Pompe per lavorazioni ceramiche

  1. Pumps for ceramic processing

Le pompe per lavorazioni ceramiche sono uno strumento fondamentale per uno dei settori industriali più prestigiosi del nostro Paese, che fattura ogni anno più di 6,5 miliardi di euro e conta circa 28.000 lavoratori. Fortemente orientato all’esportazione e anche all’internazionalizzazione degli impianti produttivi, il comparto industriale ceramico in Italia conta centinaia di aziende coinvolte e un ingente numero di impianti di produzione italiani presenti nel mondo.

La Perissinotto Spa, grazie a oltre 70 anni di esperienza e all’impegno continuo del settore ricerca e sviluppo, mette a disposizione dell’industria ceramica (italiana e internazionale) le soluzioni di pompaggio più adatte a tutte le sue esigenze.

Tutte le nostre pompe centrifughe, infatti, possono essere adattate alle lavorazioni ceramiche, grazie all’alto livello di personalizzazione del prodotto in base alle richieste dei clienti e ai processi del settore in cui operano.

Alla versatilità si accompagna la qualità: la straordinaria durata di corpi e giranti (disponibili in superlega o rivestite in gomma) consente spesso alle nostre pompe per lavorazioni ceramiche di funzionare per molti anni senza aver bisogno di manutenzione.

Durante il ciclo produttivo, le nostre pompe possono essere impiegate per il trasporto di diversi materiali, come barbottina e smalti ceramici; possono inoltre essere utilizzate anche all’interno di impianti per il recupero di polveri che potranno poi essere reimmesse nel ciclo produttivo.

Pompe per barbottine ceramiche

Le pompe per barbottine ceramiche devono fare i conti con la natura molto abrasiva della barbottina e con la sua alta viscosità, che le espongono a un processo potenzialmente usurante: la qualità dei rivestimenti di giranti e corpi è pertanto cruciale per contenere l’usura e ridurre la necessità di manutenzione.

Altrettanto importante, per garantire l’efficienza della produzione e la qualità dei prodotti, è mantenere ai giusti livelli l’uniformità delle barbottine durante tutto il percorso di trasferimento dai mulini macinatori alle vasche di stoccaggio, e quest’ultime ai serbatoi di alimentazione degli atomizzatori.

Si tratta di un’operazione tutt’altro che facile, proprio per la forte abrasività del materiale. La nostra Azienda è però in grado di accettare questa sfida, grazie alla versatilità dei nostri prodotti: tutti i nostri modelli, infatti, possono essere usati come pompe per lavorazioni ceramiche, così come sono in grado di adattarsi a qualsiasi altri settore di utilizzo.

Alcuni modelli, tuttavia, si sono rivelati ideali per l’impiego come pompe per barbottine ceramiche, come, per esempio, la pompa PEMO mod. S-ATM AO/AB/TC/AS-B77.

Si tratta di un tipo di pompa orizzontale, adatta al trasferimento di liquidi con alte concentrazioni di particelle abrasive, in applicazioni in cui la pressione di scarico richiesta è fino a 20 bar (290 psi) e la dimensione delle particelle non supera i 2 mm.

Questo modello di pompa è stato concepito specificamente per alimentare gli atomizzatori di grande dimensione, e con oltre 60 unità vendute nel corso di pochi anni si è già dimostrata una alternativa vincente sulle meno efficienti e più complesse da gestire pompe a pistoni usate per le stesse applicazioni.

Pompe per smalti

La principale sfida che le pompe per smalti devono affrontare durante il ciclo produttivo delle ceramiche è riuscire a operare anche a pressioni elevate garantendo sempre il corretto dosaggio.

Dopo che le argille e le altre materie prime sono state miscelate e macinate nei mulini fino a dare origine alla barbottina, questa viene stoccata in vasche munite di agitatori e quindi colorata in massa attraverso l’aggiunta di coloranti.

Anche in questo caso, la consolidata esperienza della nostra Azienda e l’impegno profuso nella ricerca e nello sviluppo dei prodotti ci consentono di fornire alle imprese operanti nel settore ceramico le soluzioni più indicate per le loro esigenze.

Il trasferimento degli smalti alle cabine di smaltatura avviene mediante apposite pompe verticali autoadescanti, installate in contenitori in cui lo smalto, per evitare sedimentazioni, viene continuamente mescolato dalla stessa pompa di lavoro.

Il maggior vantaggio offerto dalle nostre pompe centrifughe al settore dell’industria ceramica è dato dalla durata pressoché illimitata dei rivestimenti in gomma di corpi e giranti: in pratica, le nostre pompe per lavorazioni ceramiche possono lavorare a pieno regime senza aver bisogno di manutenzione per molto tempo.

Pompe per acque di lavaggio

All’interno del processo produttivo dell’industria ceramica, le pompe per acque di lavaggio hanno il compito di pompare e recuperare le acque di lavaggio delle linee e dei mulini.

Nell’industria ceramica, il consumo di acqua è un aspetto rilevante della fase di produzione: il suo utilizzo avviene soprattutto nella macinazione delle materie prime, nella smaltatura e nella finitura delle ceramiche cotte.

Le aziende del settore hanno attivato da decenni validi processi di riutilizzo delle acque di scarto, raggiungendo risultati di tutto rispetto: stando ai dati di Confindustria Ceramica, dal 2015 il fattore medio di recupero (vale a dire le acque riutilizzate, rispetto alle acque reflue prodotte) è stato pari al 104%. In un contesto di economia circolare, infatti, l’industria ceramica si distingue per la capacità di riutilizzare al proprio interno la maggior parte dei residui che vengono creati in fase di produzione.

Per il recupero e la movimentazione delle acque di lavaggio sono particolarmente adatte le pompe ad alta pressione per filtropressa.

Anche in questo caso la nostra Azienda è in grado di affiancarsi alle imprese del settore con una gamma di pompe per lavorazioni ceramiche versatili e resistenti: i modelli sviluppati per questo scopo da Perissinotto S.p.A. sono oltre 40, tutti personalizzabili in base alle esigenze del cliente. Si tratta di un’offerta che – per la quantità e la qualità dei modelli disponibili – non ha uguali sul mercato italiano o internazionale.

Il loro punto di forza è l’aspirazione laterale sul design orizzontale. Questa configurazione le rende anche più performanti rispetto ad altri prodotti analoghi, e soprattutto garantisce una maggiore resistenza all’usura.